Quante verità ci sono?

Ciao, a proposito di vita aliena, sulle nostre origini legate a civiltà extraterrestri evolute. Gli scienziati sostengono invece che la vita deve essere stata portata da comete e non dagli alieni.

Infatti hanno scoperto un amminoacido su un campione prelevato da una cometa, che è uno, tra i tanti, dei mattoni per formare molecole, a questo devono essere aggiunti il carbonio e acqua, meglio allo stato liquido , calore e inoltre evolversi in un pianeta roccioso, non gassoso.

Ma tutto questo prendendo come esempio, l’unico che abbiamo, la vita sulla Terra. Di comete e asteroidi ne sono caduti centinaia di milioni su ogni pianeta e satellite. Quindi se da un lato, mattoni necessari per creare vita portati da comete, bisogna poi capire se il pianeta aveva le condizioni per iniziare un’evoluzione. E qui il discorso si fa molto di più complicato e allo stesso tempo facile… Premesso che tutto l’Universo contiene carbonio ossigeno e azoto e soprattutto idrogeno. Vita monocellulare deve essere molto diffusa, pluricellulare ovviamente meno, o molto meno. Dipende appunto dalle condizioni. Sempre sulla Terra gli esobiologi hanno trovato forme di vita (estremofili) in ambienti assolutamente proibitivi, sotto i ghiacci o nelle profondità oceaniche. Non dimentichiamo che il pianeta deve ricevere calore dalla stella né troppo, né poco, quindi essere nella famosa fascia abitabile.

Estremofili

Sappiamo anche che alcuni pianeti del nostro sistema solare, primo fra tutti Marte, con tutta probabilità era simile, non uguale, alla Terra. Ora moltiplichiamo la presenza di pianeti orbitanti intorno a una stella e i numeri si alzano, su miliardi e miliardi di galassie e su miliardi di miliardi di miliardi di stelle, fosse anche una casualità, di pianeti che rispettano tutte le condizioni per ospitare la vita ce ne devono essere almeno centinaia di milioni.

Quindi UNICI in un solo universo di quasi 14 miliardi di anni non possiamo essere. Okay. E adesso? Cercare per quanto possibile. Questa è la ricerca ufficiale. Resta da scoprire, quando ce ne sarà la possibilità, se esistono anche civiltà aliene, evolute quanto noi, meno o molto di più. Ulteriore casualità, se queste vite aliene sono umanoidi oppure no. Se i loro pianeti hanno la stessa gravità che il nostro. Se fosse maggiore questi umanoidi, sarebbero molto più tarchiati di noi e bassi di statura, se la gravità fosse minore, sarebbero più alti e magri. Potrebbero avere più occhi e più gambe e braccia, una testa più grande per contenere un cervello più sviluppato. Se non fossero umanoidi, potrebbero avere qualunque forma, che non si riesce neppure a immaginare. Ma al di là dell’aspetto esteriore, determinato dall’evoluzione in un particolare pianeta, anche molto differente dal nostro, la vera questione è: cosa possiamo avere in comune con altre civilità aliene.

Ultima ora: Ma ci sarebbe molto molto di più… e riguarda noi. Da indiscrezioni e da più fonti, si dice che la nostra tecnologia spaziale, sia molto più avanzata di ciò che ci hanno indotto a credere e mostrato. Esisterebbero navi stellari terrestri con equipaggio multietinco, che annullano la gravità quindi viaggiano alla Star Trek e avrebbero orbitato intorno a tutti i pianeti del sistema solare con l’esclusione di Mercurio e questo sin dalla metà degli anni 60′ del secolo scorso. Ah dimenticavo: su Marte e sulla Luna abbiamo già una base. Tutto ciò con l’aiuto di civiltà aliene molto evolute. E le missioni della Nasa? Delle agenzie russa, cinese e giapponese? Fumo per i nostri  occhi. Questa è la vera cover up! Altro che UFO… 

Ma facciamo un esempio. Il famoso UFO triangolare apparso in Belgio nel 1990 e inseguito da due caccia inutilmente, questo:

Foto dell’ Ufo triangolare in Belgio 1990

che poi continuò per anni ad apparire in ogni parte del mondo, Italia inclusa.

Lacerta, la famosa rettiliana, durante l’intervista nel dicembre del 1999, guardando alcune foto, a parte i falsi, anche ben fatti, disse che questo UFO non era alieno ma terrestre. Io sostenevo che questa Lacerta era una bufala, ma oggi devo un po’ ricredermi: era quasi una bufala. Come faceva a sapere che questo non era un veicolo alieno? Dietro la rettiliana c’era una gola profonda di qualche altissimo militare? Pochissimi generali della Nato erano informati che questo era un veicolo spaziale, terrestre costruito con l’aiuto degli alieni. E come detto non siamo a conoscenza del livello tecnologico, che in realtà abbiamo, sin dalla metà degli anni 60′ del secolo scorso. E viaggiamo con astronavi, annullando la gravità e distorcendo lo spazio, proprio come in Star Trek che non deve essere nato per caso. Se tutto questo fosse verità, allora veramente siamo considerati dai potenti, dei veri burattini, esseri inferiori, che non hanno diritto di sapere come stanno le cose. E proprio perché siamo considerati inferiori, i grigi di Zeta Reticuli, fanno ibridazioni con alcuni di noi, alla presenza di militari che parlano francese. Chissà dove sta la verità. L’unica certezza è che il pianeta Terra sta morendo.

Lunga Vita e Prosperità

MVR

Esploratore di Realtà

FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedIntumblrEmail
63

Lascia un commento