Abraham Lincoln era ed è un investigatore del paranormale?

Le cose cambiano profondamente … pur restando le stesse… sembra un ossimoro ma non lo é.

In effetti è proprio così. Si riteneva e si ritiene ancora di comunicare con defunti in  un insistente aldilà e non è mai stato vero e mai  lo sarà.

perché no? Tutto può essere!

Di nuovo a riparlare dei ghost hunters ( a cui si riconosce almeno il coraggio di auto etichettarsi per quel che pensano di essere) e aggiungerei  i famigerati “investigatori del paranormale” che sono ghost hunters anche quelli, se non peggio, ma non hanno il coraggio di scriverlo nel loro nome sui social. Poi vai a vedere i loro siti e si smascherano come cacciatori di fantasmi. Fa figo scrivere o pronunciare la parola spettro o fantasma e farne  ascoltare la  presunta voce o una ripresa video in IR o UV che normalmente non mostra una cippa: ombra su ombra, una nebbiolina,  orb  anche  con faccina inclusa (all’80% è polvere)   e se il video mostra qualcosa di “corposo/quasi reale ma almeno semi trasparente”,  al 99% è una pareidolia o un bel fake.

Ci sono nel nostro bel paese,  team di investigatori del paranormale che sono veramente  ignoranti della materia e quel che è peggio è  che si credono esperti, pessimi attori e  sono invece auto referenziati, narcisisti e io aggiungerei tele-igenici e non telegenici. E si barcamenano alla tarallucci e vino con i fans.

E hanno apparentemente pure un  seguito e sottolineo apparentemente. Perché vorrei proprio vedere le migliaia di fans che contano. Se volessi aprire una pagina in FB potrei comprarmi migliaia di fans per qualche decina di euro. Per capirlo se sono tutti buoni o meno basta vedere le interazioni. Se ho 10.000 fans e le interazioni in un mio post sono normalmente meno di 100 significa che un buon 70/80%  dei miei fans  sono  taroccati, acquistati in stock. Per non parlare delle dirette in FB o Instagram che qualche team fa  con l’esorbitante numero di  30 persone che le seguono… rispetto a oltre 10.000 fans. Non vi sembra strano? Affari loro.

Ma comunque cosa c….o vogliono dimostrare? Che i fantasmi esistono? Sono  quasi  170  anni che si cerca di avere una prova e nessuno l’ha mai ottenuta. Solo una montagna di : “è così”  e balle sostenute in parte da cialtroni consapevoli di esserlo. Cosa non ti fare l’ego…e il desiderio di far salire l’adrenalina e poi auto celebrarsi.

Un altro breve cenno ai metafonisti (tutti nessuno escluso, sono deliranti e/o cattolici deviati), ai medium scriventi e canalizzatori new age.  A parte qualche decina tra migliaia che si dichiarano tali, che invece  sono seri, il paranormale ( che paranormale grazie a Dio, non è) è stato ed è sputtanato da decenni  perché questa gente ha una pazzia lucida, ci guadagna anche soldini, se non un po’ di fama e gloria a scapito di persone che o hanno perso un loro caro, oppure sono estremamente influenzabili e si bevono ogni panzana di sapore paranormale.

A mia discolpa devo ricordare che MAI mi sono definito un cacciatore, tanto meno di fantasmi, spiriti, anime e per  questa ragione scrivevo il termine generico di entità, che vuol dire tutto e niente (un po’ da vigliacco, lo ammetto), pur facendo “investigazioni” anzi meglio scrivere “sopralluoghi” in aree, notoriamente e  malamente definite: “infestate”a partire dall’Isola di Poveglia nella laguna veneziana, a torto definito uno dei 10 luoghi più infestati al mondo, dove ci sono andato da solo, di sera/notte. E non me la sono fatta sotto…

Se volessimo parlare di luoghi veneziani “infestati”,  Poveglia sarebbe più o meno al quinto posto. A onor del vero qualche luogo può essere pericoloso e molto, ma non perché ci sono i fantasmi cattivissimi.

In italia ci sono tanti ” Castella” detto alla Brancaleone, non quanti in Inghilterra, Francia e Irlanda. Abbiamo sanatori, manicomi, ospedali, lazzareti,ville antiche in rovina o chiuse da decenni… Ci sono in ogni nazione europea, ma cosa vuol dire? Che ci sono e più son vecchi più realtà possono coesistere  tra le loro mura in  diverse linee temporali.  Poi vorrei aggiungere che spesso viene trascurato il terreno, possono esserci case nuovissime “infestate” ma è il terreno che contiene le numerose realtà.  Provate a immaginare Waterloo… quel terreno ha visto in una solo giorno,  il 18 giugno 1815,  morire decine di

WATERLOO oggi

migliaia di soldati francesi (23.000),  inglesi prussiani e olandesi  (25.000).  Se non è “infestato quello”…. E cosa anomala stanno ancora combattendo a Waterloo in una realtà alternativa, in un’altra sta per iniziare la guerra e in un’altra ancora non c’è mai stata e neppure Napoleone e Wellington.

Non posso più  neppure definirmi esperto di paranormale di tradizione adesso.  Sono un rigenerato. Sono un convertito. Ma a cosa?

Alle realtà parallele e alternative o auto generate, ai multi universi e al contatto con loro. Quindi Esploratore di Realtà.

Dietro a ciò c’è vero studio, anche quando credevo ai fantasmi formaggini, ho studiato  decine e decine di libri. La prima cosa è studiare, poi sperimentare, non il contrario.

E badate bene che questi team di investigatori del paranormale, questi cacciatori di fantasmi e questi metafonsiti, avranno sì e no letto qualche libro e forse pure,   o saranno navigatori della rete e  si proclamano esperti (ma del nulla o del poco). Si comperano o trovano il sistema di farsi dare gratis dell’attrezzatura e poi iniziano a fare… “indagini”.

Naturalmente non si può fare di tutta l’erba un fascio e qui ha sbagliato il Cicap che ormai sta raschiando il fondo del barile. C’è  ancora gente seria ma come il sottoscritto che si è convertito, invece questa gente  continua a sbagliare l’oggetto delle loro sperimentazioni. Che abbiano il coraggio, e mi rivolgo solamente ai seri,  di cambiare l’oggetto della loro ricerca.

mr

FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedIntumblrEmail
59

Lascia un commento