Ahi Ahi è dura per alcuni…. facciamo gli scongiuri….

Non c’è che da sottolineare che parecchie persone, un tempo erano moltissime, oggi meno, hanno una visione della loro spiritualità malamente connessa con la religione cristiana cattolica.

Nel Nord dell’Italia li chiamiamo “bacia banchi”. A volte sono osservanti sino al midollo. Anche 2 o 3  volte a messa al giorno. Si sono fatti indottrinare da una categoria di preti reazionari  sin da fanciulle/i i quali detti preti hanno inculcato  la  fede, (cosa sbagliatissima, da non fare con i bambini e adolescenti),  devozione per il sacro (giusto),  rispetto per Santa Madre Chiesa,  (non dicendo mai  che è stata promotrice delle Crociate, guerrafondaia, nonché madre dell’Inquisizione, persecutrice di ebrei, eretici e presunte streghe tutti torturati e poi quasi tutti messi al rogo a centinaia di migliaia e in ultima  pure vivaio  di pedofili), insegnare il catechismo dottrinale, le preghiere ( importantissime), ma anche la paura del peccato e il  terrore della punizione divina e quindi dell’inferno o se va bene del purgatorio.

Nel tempo alcuni,  crescendo, con tali insegnamenti hanno sviluppato una mentalità deviata,  fatta di credenze, leggende e storie perlomeno strampalate. Non c’è cosa peggiore per una mente di questa realtà essere corrotta da ignoranza, esoterismo fai da te e se per loro  tu non credi a diavoli, angeli, Dio e la Trinità, alla Madonna, ai Santi,  alle anime tormentate, spiriti e alla Chiesa,  sei ateo e come mi hanno chiamato in FB “miscredente”. A me che prego ogni sera… E va beh…

Queste persone di bassa cultura, privi di autostima e stima del genere umano,  sono i prodotti  di una sottocultura, del misticismo rurale,  superstiziosi, irrazionali, creduloni e sono quelli più facili a cadere vittime dell’autosuggestione in particolare religiosa e “paranormale”. Quindi fantasmi cattivi o rompiballe  in casa (non è vero, ma per loro sì), a rischio possessione (95% isteria). Fenomeni acustici e anche cinetici più raramente.

Son quel tipo di persone che buttano il sale dietro le spalle  o lo spargono intorno alla casa e bruciano la salvia secca per casa e  se si rompe uno specchio è una tragedia epocale, fanno gli scongiuri e le corna  contro la jella e nel contempo dicono pure le preghiere. E chiamano senza pensarci troppo, la  fattucchiera che abita vicino.

Ho generalizzato ovviamente.

Nella maggior parte dei casi di solito dove si notano alterazioni della personalità  ci si può imbattere nella  pre-ossessione  di qualche membro di  famiglia ( se si crede alle possessioni diaboliche e non).

Con questa gente non c’è tanto da fare. Tempo perso a spiegare che  le cose son diverse da come gliele hanno  edificate  nella zucca fin dal catechismo e loro crescendo  a fare destrutturazioni  e ristrutturazioni  mentali. Inutile  aprire loro gli occhi perché sono foderati da credenze popolari e religiose mal interpretate e mal vissute e quel che è peggio non hanno una cultura di base per capire.

Il demonio,  secondo il compianto  e sapiente padre esorcista  Corrado Balducci, ha posseduto in 50 anni   circa una 40ina di persone . Secondo il compianto padre Gabriele Amorth  ben più noto esorcista, almeno 60.000 possessioni di vari gradi e livelli. Ma Balducci a differenza di Amorth sapeva ben distinguere la possessione dall’isteria. Ora non sto a spiegarvi nel dettaglio la fenomenologia diabolica, non sono esperto di queste faccende. Si sappia che  l’isteria grave fa far cose che sembrano da film dell’orrore. Comunque Asia, Africa,  Americhe del Nord  e Centro America non son da meno come numero di casi. Ma quasi sempre in famiglie disagiate.

Dato che non sono né prete, né missionario, né mistico, né psichiatra, e tanto meno esorcista, non entro nel merito, fin quando la o le persone non si sentiranno mediamente  oppresse, fin tanto che  dopo l’intervento del prete a benedire casa e dimoranti  nulla cambierà, anzi molto spesso peggiora la situazione, perché il demonio ci sta come i cavoli a merenda, allora a quel punto si sentirà costretta a chiamare un ricercatore del paranormale di tradizione o un  sentitivo medianico  ( se lo conoscono però,  perché si contano in una mano e mezza nel nostro paese, gli altri oltre mille sono folgorati o bugiardi)  e poi se nulla migliora (però  almeno non peggiora di certo) allora  chiameranno un Esploratore di Realtà, o simile, ancora più raro a trovarsi, il quale prima di intervenire vorrà avere precisissime  informazioni e saprà che fare  o dire di intervenire  qualcuno di adatto che sappia agire con intelligenza e fermezza. Magari cercherà di risolvere a distanza a costo zero e di solito si risolve, ma non si deve dimenticare  che l’esperienza di terzi  ha un costo o pensate che un “addetto ai lavori”,  che magari abita a 500 chilometri di distanza e perde due giorni,  si paghi pure viaggio e soggiorno?

L’intervento è gratuito ed è giusto, ma i costi vivi dovranno  essere sempre riconosciuti e  rimborsati.  Ovvio che l’onestà impone che se l’addetto ai lavori riconosce di non essere in grado di risolvere in maniera definitiva il problema, dovrà impegnarsi a trovare le persone adatte, che normalmente non girano per il web o fanno TV.

Tenete presente che i casi di possessione o presunta tale, non solo diabolica,  anche transitoria, non sono frequenti, anzi sono estremamente rari. Grazie a Dio perché sia grave isteria o ossessione o peggio possessione, è una brutta gatta da pelare. Nel primo caso necessita uno psichiatra, nel secondo sempre uno psichiatra assieme  a un prete esorcista che deve essere autorizzato o inviato dal suo vescovo. Ma qui siamo nel rarissimo.

MR

FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedIntumblrEmail
38

Lascia un commento