Apprendiamo alcune teorie che possono essere veramente utili.

Cercherò di spiegarvi in modo semplice, perché  solo quello conosco, la teoria dei multi universi parallei tenendo presente che ovviamente ci possono essere universi non paralleli.

Gli universi paralleli che in qualche modo ci riguardano sono di 4 tipi.

1- il primo tipo e’ formato da cio’ che esiste oltre l’universo visibile. Questo multiverso si pensa sia costituito dal campo dell’inflatone  come il nostro. Le costanti e le leggi dell’universo sono le stesse dappertutto. Ma dovrrebbe essere molto molto lontano.

2-  nel secondo tipo abbiamo la suddivisione in bolle ognuna delle quali contiene un universo con costanti diverse dal nostro. Dove queste bolle, potrebbero anche essere molto vicine una all’altra.

3- Il multiverso di terzo tipo e’ ancora piu’ complesso perche’ formato da universi che hanno leggi fisiche differenti.

4-Il multiverso di quarto tipo proviene dall’intuizione  di   Max Tegmark che esiste un universo per ogni possibile teoria matematica.

Con tutta probabilità nei primi tre tipi possiamo ragionevolmente ipotizzare che si possano avere contatti. in tutti tre i tipi l’elettromagnetismo e la gravità hanno un ruolo importante, nel primo sono esattamente come il nostro, negli altri due come detto in costanti diverse. Riguardo al quarto è intuizione  perché questi universi esistono per ogni teoria matematica. Il che potrebbe anche essere ammissibile, ma con estrema diffidenza.

Ora come detto nel precedente articolo, il paranoramle che di fatto diventa quasi normale, il compito degli sperimentatori è quello di dimostrare che i contatti e gli eventi  tra i  primi tre universi sono possibilie migliorare le tecniche di comunicazione.

Per essere chiari la cessazione di ogni attività organica nel nostro corpo  e negli animali e in ogni essere vivente effettivamente avviene, ma solo e soltanto quella. La differenza tra noi e gli animali e le piante è che noi abbiamo una coscienza o aniama che non muore mai e che si incarna nello stesso momento in più universi che non dobbiamo confondere con l’intelligenza.. Con questo voglio dire che il mio corpo può cessare di funzionare in una relatà ma può contiunare nela stessa forma o in altre diverse  anche astrali o eteree, in altro universo.

due miei registratori analogici portatili stereo

due miei registratori analogici portatili stereo con i quali farò sperimentazioni

Quindi noi abbiamo coscienza della morte fisica in una singola realtà, a differenza di animali e piante, ma quella stessa coscienza dopo la morte fisica che la svincola dalla realtà visibile, è in grado di assumere la consapevolezzza di vivere in altre realtà ben più  visbili e concettualmente più grandi.

Andando sul pratico, devo ricredermi su due aspetti : la funzione del rumore bianco o di fondo  e dell’avvento del digitale. Sostenevo che il primo formava la voce elettronica e il digitale impediva ogni corruzione che con un registratore analogico avveniva in quanto la testina magnetica  e lo stesso nastro fungevano  da antenna e ci potevano e ci sono interferenze. E ciò che registriamo non sono defunti, ma esseri viventi dotati una coscienza più ampia della nostra.

 

E’ vero. Ma è anche vero che tutto ha che fare con la gravità e soprattutto con  l’energia elettromagnetica e quindi usare un registratore analogico può essere un vero amplificatore di ogni onda radio e elettromagnetica, tirando dentro tutto e di più ma anche voci che non sentiremmo con un registratore digitale e stesso vale per le vecchie telecamere che registravano su nastro magnetico. E’ anche vero che per quanto riguarda le telecamere usarne una all’infrarosso o all’ultravioletto possono evidenziare eventi che non sono visibili ad occhio nudo. Ma mi chiedo che risultato potremmo avere usando una telecamera IR o UV che non registra in digitale ma in analogico?

ciao

mr

FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedIntumblrEmail
37

Lascia un commento