Da ora non si scherza più…

Allora   mettiamola giù diretta e senza giri di parole.

E che queste mie parole possano per molti essere motivo di studio, sperimentazione e anche di consolazione.

Alla luce di una serie di teorie fatte da astrofisici, che parlano di multi universi, paralleli e speculari, di wormholes, buchi neri o bianchi, a nostra volta dobbiamo  teorizzare e in parte verificare che le ricerche sul paranormale  non devono dimostrare l’esistenza di fantasmi o spettri o spiriti poiché per come vengono intesi  e presentati non esisistono quindi i Ghost Hunters di ogni parte del mondo  devono avere il coraggio di cambiare l’obbiettivo, cambiare il loro nome o darsi all’ippica  e avere  come   obbiettivo  primario ma aggiunto, il dimostrare  l’esistenza di diverse realtà e la morte fisica, altro non è che una mutazione di stato della materia  organica di cui siamo fatti in questa realtà e ci consente di vivere in altre. Dirò di più: il nostro corpo prima o poi cesserà di funzionare, ma in questa realtà, solo in questa o se volete in questo universo.

E ricordarsi sempre che qui noi abbiamo una visione della luce molto molto limitata guardate sotto l’immagine e dove indica la freccia,  per cui il non vedere qualcosa è totalmente irrilevante.

spettro_luce

Quando parliamo di dimensioni, bisogna essere chiari. Vi voglio fare un esempio:

Sono in barca nella laguna, la mia dimensione visibile sono il cielo, la barca stessa, la laguna la quale è il piano dove sotto c’è un altra dimensione piena di acqua, alghe, pesci, molluschi, immondizia buttata a fondo. Quest’ultima prima di essere buttata era visbile adesso invece non lo è più ma esiste ancora ed è in una diversa dimensione.

E’ veramente un esempio del c+–o.

Ma questo per dire  che rispetto alla fisica teorica e la meccanica quantistica, il paranormale è certamente meno paranormale di ciò che si può pensare. Infatti giorno dopo giorno mi rendo conto che le teorie cosmologiche sono certamente più paranormali delle umili nostre, ma nessuno  ha il coraggio di dirlo chiaramente.

Anche la non  ripetitività degli esperimenti sul paranormale in luogo idoneo e prottetto, ha permesso agli scettici di lavarsi la bocca anni e anni per sbeffeggiarlo,  ma da un bel po’ questa condizione è caduta in disgrazia.

Perchè la meccanica quantistica e il principio di indeterminazione di Heisenberg  poggia proprio sulla non ripetività cicicla degli eventi. Poi è vero che nel paranormale ci sono sbarellati in buona fede e truffatori e questi ultimi devono essere smascherti e bollati a fuoco con un bella T sulla fronte e sulle chiappe.

Mentre chi è in buona fede e crede di essere in contatto con il suo spirito guida che per suo tramite manda messaggi d’amore di disincarnati per alleviare i dolori di madri padri mogli e mariti che hanno subito un lutto e così facendo spara una serie di cazzate, che non lo sono effettivamente, ma sono  interpetate  malissimo e sono rivestite di mistico e religioso per lenire la sofferenza di chi piange e non va bene.

Questi medium o  canaliizatori o sensitivi devono essere aiutati, se lo vogliono, per essere in condizione di  non solo “sentire” ma capire le realtà che li circondano. I messaggi d’amore saranno anche gli stessi, ma l’origine è  molto meno spirituale di ciò che credono e poi  fanno intendere, il che non  diminuisce il loro “dono” anzi lo esalterebbe.  Gli esseri di luce sono masse di fotoni intelligenti  e pensanti e non  per questo sono  meno meravigliosi.

Ora in meccanica quantistica  un  fotone appare  in spazi diversi e non si tratta di cloni ma dello stesso fotone.  Come fosse bilocato o trilocato o multilocato.  Azz… e  dunque?  La bilocazione di Sant’Agostino  o di altri santi erano miracoli oppure erano accadimenti che oggi si ritengono possibili?  Le stesse apparizioni, le voci elettroniche EVP e magnetiche  MVP sono fenomeni oppure  non lo sono e rientrano nella scienza e non più nella parascienza o nella follia?

Metavisone, metafonia sono sistemi ancora arcaici per avere interazioni di buon livello, con  realtà e universi differenti. Putroppo alcuni sperimentatori , anzi pseudo sperimentatori  con un pizzico di religiosità distorta, costruiscono un aldilà inverosimile denso di santi, diavoli, chiamati   lupi o maiali, spiriti guida, spiriti inquieti  o felici, angeli e angioletti e via cantando  ecc ecc e  questi pseudo sperimentatori,  opinione personale, meritano un TSO e ingabbiati per la cazzate, soprattutto in metafonia che dicono e fanno, senza nessuna ragione e fondamento. C’è da aggiungere  che in metafonia c’è un casino mai visto. Decine di modi per farla… E la pareidolia dilaga  confondendo a più non posso e se uno è dubbioso alla fine  lascia stare la cosa. Oggi guarda caso, ho ascoltato una traccia sul solito youtube e anche leggendo quello che ascoltavo e sono abiutato ad ascoltare, non capivo niente. zero assoluto. Oltrettutto un modo di parlare estremamente particolare, ma questo ci può anche stare.

La buona “novella” è che non siamo  lontani dal creare  una tecnologia adeguata.

Con questo non dico che ciò avverrà tra un anno o 10… dico solo che avverrà presto in relazione alle misure temporali che coprono l’intera evoluzione dell’uomo che in parte conosciamo.

Voi pensate che questi universi differenti siano lontani? Potrebbero essere invece un miliardesimo di millimetro distanti dal nostro oppure senza tempo e spazio… Possono essere copie identiche del nostro e noi vivere pure lì e non rendercene conto.

Vi do un consglio: basta guardare  tramissioni di Ghost Hunters o  di squadre di persone che non si chiamano così ma di fatto lo sono. Perché i ghots non esistono e cercano di infinocchiare le persone con effetti speciali o con tracce anche vere, la cui origine non è quella che vogliono farvi credere, perchè sono ignoranti come capre, non vogliono crescere e si credono dei grandi specialisti a cui dar credito…

Credo che il paranormale dovrà  essere sostituito con un ” quasinormale” ALMOSTNORMAL.

mr

 

FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedIntumblrEmail
69

Lascia un commento