Esiste un aldilà incorporeo?

ciao, ritengo utile scrivervi alcune riflessioni.

Da qualche giorno chiacchiero con una signora che fa met…..nia.  Lo so da me che è pazzesco. Ma a differenza di altri, almeno questa signora non si è sclerotizzata sul contatto con i non più viventi in questo pianeta, ma è aperta a comprendere di più. E crede agli alieni e qui siamo totalmente d’accordo.

Parlando e parlando,  siamo finiti a discorrere sulla metavisione, che già conoscevo, ma da anni avevo sollevato riserve. Perché la fanno? Chi credono di vedere? Trapassati?  Perché sono immagini statiche e non in movimento?

I metafonisti sostengono di avere messaggi diretti dall’aldilà  e  quindi una persona si rivolge a loro  poiché cerca di  sapere se  il suo  caro “sta bene” e  si beve tutto ciò che  le viene detto  pur di ottenere  questa consolazione. Le registrazioni metafoniche sono al 95%  di bassissima qualità  e qualche furbastro crea arifici, amplifica enormente  la tracce, crea riverberi, loop, altera i suoni o produce  dei falsi per farsi credere. Ma supponiamo pure che alcuni siano in buona fede, onesti,  ecco   proprio a quelli vorrei fare una domanda.

Sarei curioso di sapere tra i miliardi di miliardi di decessi da quando esiste l’homo sapiens, i metafonisti come fanno ad affermare di ricevere  messaggi  da un preciso deceduto?

Potrei anche spezzare una lancia scrivendo che l’uno è anche il tutto ma a livello materico. Potrei anche dire che potrebbero esistere realtà abitate da esseri viventi privi di corpo fisico, ovvero realtà dove la materia non è più necessaria. Ma certamente non sto parlando di defunti.

La differenza sostanziale è che  i metafonisti,  gli spiritisti   e i cacciatori di fantasmi credono a una sola vita (diversa) dopo la vita terrena e lì termina la loro interpretazione, che i trapassati possono dunque  ricordare, quindi avere un contatto e anche agire nella realtà che hanno vissuto. Non ci credo più. Può accadere comunque  che  qualcuno ricordi anche  di essere vissuto in una realtà che lo ha visto morire, mentre ne sta vivendo altre e che già sa che  luce, gravità e  elettromagnetismo sono necessari in ogni angolo dei multiversi e soprattutto ha coscienza di vivere molte vite.

Io sostengo che in ogni vita si nasce si vive e si muore, solo che ne viviamo migliaia nello stesso momento, o meglio dove passato presente e futuro non hanno significato. A questo credo.

Io ho moltissime registrazioni ma con esseri viventi e pensanti che abitano realtà diverse  e  non con una sola e unica  realtà post-mortem anche se  fatta di pura “energia”. Però quella ci deve essere in ogni realtà e dimensione. Non può essere altrimenti. Noi abitiamo in un puntino che rispetto al solo universo visibile, siamo molto meno di un granello di sabbia rispetto a tutta quella che c’è  nell’intero nostro pianeta. E anche se siamo un insignificante granello in un vastissimo deserto di sabbia, noi facciamo parte del tutto e anche un granello può provocare scompensi nell’intero universo conosciuto. Immaginate l’universo e i multi universi, come dei modem. Noi siamo un piccolissimo componente che se si rompe, il modem non funzionerà come dovrebbe.

A che serve  tutto questo spazio? E sto parlando di un solo universo visibile grande più o meno  14 miliardi  di anni luce. Voi penserete : ma che centra l’estensione dell’universo con il contatto metafonico? Beh se l’universo è così grande serve a contenere moltissime realtà comprese quelle aliene (non  un aldilà etereo dove tutti dovremo andare a finire.) Sappiamo che il tutto ha un suono o vibrazione  e ogni singola cellula umana  sino a una gigantesca stella rossa, vibrano. Non esiste il silenzio.

Oggi mi sono guardato su youtube un prete, ospite in una TV privata cattolica,  definito dall’intervistatrice  angelologo,  che ha detto una serie di minchiate da ricovero psichiatrico, riguardo a cosa farebbero (anzi fanno, per questo prete) gli angeli custodi quando il loro custodito lascia le penne. Ci vuole un bel  coraggio per affermare certe cose, ma come fa, dico io, a dire pubblicamente come si comportano gli angeli? Li ha visti? Questa non è questione di fede, credere in Dio e agli angeli sì è questione di fede, ma non cosa fanno sia Dio e sia gli angeli.

Io credo in Dio, ma non ho la presunzione di comprendere o sapere quel che fa e questo vale anche per gli angeli, i santi e via discorrendo.

E ciò vale anche per tutti coloro che hanno contatti con l’oltre nel significato più esteso del termine.Però  se poi delimitiamo l’oltre con un solo aldilà, ci si può credere, si può essere convinti, ma dal dimostrarlo siamo ancora lontani. E’ terribilmente limitante, per fortuna la fisica teorica e la meccanica  quantistica, danno una mano nel percorso a chi sperimenta con mente aperta.

Vi voglio fare un esempio banale. I buchi neri. Nessuno li ha visti. Su youtube si vedono animazioni che mostrano una massa nera circolare, tutto qui.  Esistono in teoria, in quanto gli astrofisici hanno notato sparizioni di stelle. Se non sono collassate, e si vedrebbe, dove sono andate a finire? Ingoiate da un qualcosa che venne definito appunto buco nero.

Anche il ponte di Einstein-Rosen o cunicolo spazio-temporale, detto anche wormhole (in italiano letteralmente “buco di verme”), è una ipotetica caratteristica topologica dello spazio/tempo che sarebbe di fatto una “scorciatoia” da un punto dell’universo a un altro o tra universi diversi. Ma non se n’è visto uno per ora.  Ci si può credere o meno.

Infine Einstein ha dimostrato che lo spazio si modifica   a tal punto che ipoteticamente  potrebbe flettersi sino a far combaciare un punto A con un punto B che sono lontani tra loro.

E ancora… le famose dimensioni… Ad oggi noi ne accettiamo 3 (altezza, lunghezza e profondità) +1(spazio/tempo) poiché le viviamo,  però tutti i fisici teorici affermano che sono 11, la famosa teoria M.

Sempre sul solito youtube possiamo vedere video di chi fa met….nia  e met….one. Alcuni veramente sarebbero da chiudere in una teca di cristallo insonorizzata, non  tanto per ciò che fanno, ma per l’indotto che creano e quanto riescono a farsi credere dalla gente.

Stesso discorso vale per i cacciatori di fantasmi. Vi posso dare per certissimo che qualcuno di veramente famoso a livello internazionale, mi confessò personalmente  che talvolta dovevano truccare e barare, o riciclare vecchi evp o video di ombre,  poiché il loro produttore non dava a loro soldi per viaggi, pernottamenti, vitto,  attrezzatura, permessi vari, montaggio,  per  avere in cambio  un filmato dove non c’era nulla e che nessun network avrebbe comprato.

E i cacciatori di fantasmi nostrani, quelli che lo sono per pura passione  e pubblicano video, vengono spinti da cosa?

Dalla necessità di appagare il loro ego il che è peggio che farlo per soldi.

Non esiste il paranormale di tradizione, ma esiste soltanto ciò che non abbiamo ancora scoperto e compreso.

Non mi interessa convincere nessuno e nemmeno voi dovete credere alle mie parole. Invece provate da voi. Non andate da nessuno. Un registratore da una trentina di euro un programma di editing audio gratis e registrate voi.

All’inizio vi sembrerà difficile ma in poco tempo saprete cosa fare per “pulire” un segnale vocale, sempre che sia necessario. Se volete allargare i vostri orizzonti allora comperatevi una radio e registrate nella banda AM e con la mano girate la manopola della banda e andate su e giù molto veloci possibilmente. Questo significa che un semplice ciao o un nome, copre almeno 8  frequenze cioè per esempio da  572 a 580 khz. Ecco come:

https://www.facebook.com/massimo.verratirossi/videos/530220273977370/

Se avete visto la scansione è velocissima io non pulisco i segnali vocali, per me devono essere tutti di classe A, ovvero comprensibili al primo ascolto. Oppure  di classe B ovvero  da 2 a 5 riascolti, senza pulire nulla, al massimo potete rallentare la traccia  per comprendere meglio. In una sessione di 20 minuti ho raggiunto anche 80 interazioni di classe A e B, e credo altrettante di classe inferiore. E’ ben vero che ho fatto modificare questa radio, (per non ruotare la manopola  della scansione a mano)  che ha moltissime opzioni e copre praticamente tutte le bande di frequenza,  però a voi va bene anche una “radiolina” AM e FM, quest’ultima banda  non ve la consiglio, perché ci sono troppe stazioni radio, il che complica un po’ cogliere un segnale vocale non convenzionale, però ci sono anche lì, se avete voglia di perdere tempo, provate. Vi consiglio sia che usiate solo il registratore o il registratore con la radio, sessioni di 10 minuti massimo. Anzi se volete cominciare fate  sessioni da 5 minuti e poi sta voi aumentare il  tempo.

I risultati prima o poi  ci saranno per tutti, non vi sono restrizioni in tal senso. Magari qualcuno più sentitivo avrà riscontri in breve tempo.

ciao

MVR

 

FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedIntumblrEmail
24

Lascia un commento