Esplorazione delle Realtà

E’ vietata la condivisione anche parziale di questa pagina, né copiare passi o frasi scritte in questa pagina,  se non preventivamente autorizzati da Massimo Verrati Rossi  o dai moderatori  e editori della  pagina fan ESPLORAZIONE DELLE REALTA’ o del gruppo ad essa collegata in Facebook.

2.09.2019

La ricerca continua e più si va avanti meno si comprende o meglio si complica. Gli esperimenti fatti a Roma, da dove si è costiutito il “Gruppo di Roma“, ha compreso fondamentalmente una cosa, che qualunque strumento usato, sia essa una radio, un misuratore di onde elttromagnetiche, un registratore, una video camera e forse anche una variazione della gravità ambientale, ebbene tutto ciò passerebbe  comunque per la nostra mente direttamente oppure come semplice tramite perchè la nostra mente può fare  entrambe le cose. Per fare un esempio banale, con una sessione radio è possibile che si registri un qualcosa direttamente legato a noi. Il nome del nostro cane, di un nostro caro defunto, di un oggetto particolarmente amato.   Stiamo verificando alcune frasi e parole che sono molto legate a chi sta operando. Ora il problema sta a capire con una certa sicurezza se siamo noi direttamente o facciamo da tramite.  Qualcuno ha pensato di registrare con radio o solo con registratore lontano dai due strumenti, ma ciò è discutibile poichè la distanza non dovrebbe essere un limite. In teoria chiunque di noi potrebbe influire sugli strumenti che si stanno usando. Come anche sempre attraverso la nostra mente “una fonte esterna” potrebbe, usando un verbo non del tutto bello, usarci. Capite che la questione si riduce a trovare dei marker indicatvi , che si dovrebbero ripetere e che marcherebbero il parto individuale della nostra mente.  E al contrario altri marker marcherebbero ciò che la nostra mente fa soltanto da tramite. Se poi volessimo estendere la cosa, si potrebbe teorizzare che anche durante delle indagini potrebbe accadere la stessa cosa con fenomeni anomali  sia  cinetici che  visivi. Per quanto riguarda le location delle indagini, meglio sarebbe, contrariamente a ciò che sostenevo, di non documentarsi  afffatto sul luogo di indagine o almeno saperne molto poco, in modo tale che chi fa l’indagine non influenzi gli strumenti poiché sa.

Questo non è possibile farlo su un luogo abitato, poichè chi ci abita, anche non volendo ci mette del suo, oltre che essere un possibile  tramite. E se parlo di tramite con  realtà alternative, speculari e parallele. Anche la semplice registrazione di frasi certamente legate a delle  realtà del luogo di indagine, passa attraverso la nostra mente, se poi si è sotto stress, è ancora più facile. Quindi in pratica, a parte i falsoni, tutto può essere considerato attendibile, ma va studiato e capito da ” dove proviene”. Se noi andiamo in un manicomio o una prigione  abbandonati noi ci faremo certamente influenzare e la nostra mente si metterà in movimento, se qualche fatto anomalo poi accade. Dovete sempre tenere presente che noi abbiamo la percezione della Realtà e gli strumenti sono adatti per la percezione, non è assolutamente certo che ciò che percepiamo con i sensi sia la nostra Realtà

 

 

MVR

p.s.: In ogni parte del mondo si stanno formando gruppi di Esplorazione delle Realtà o con nomi che hanno lo stesso significato e che prima erano Ghost Hunters. Ed è questa la nuova frontiera e per ottenere più risultati anche chi è spettatore è essenziale al pari di chi sperimenta in prima persona.

ADESSO è un periodo di grande movimento riguardo agli avvistamenti UFO e contatti con razze extraterresti. Aggiorneremo la pagina, ma sarete avvertiti. Ma anche qui il discorso non cambia, tutto transita attraverso la nostra mente.