Il contattismo in Italia

Ciao
per ragioni lunghe da spiegare, mi sto interessando a coloro che si definiscono “contattisti”, visti da fuori sembrano conoscersi bene l’un l’altro e fare lo stesso lavoro di “divulgazione”, ma sento che non  è proprio esatto o perlomeno io non riesco a cogliere questa unità di intenti.

Sembra quasi comune per tutti l’elevazione spirituale legata a più fattori: alcune razze aliene, la Madonna, Gesù, ma hanno delle differenze  tra loro. La più consapevole e chiara sembra essere una veronese che si chiama  Marina Tonini 

Ed è l’ unica che cito per nome e cognome. Almeno lei afferma con chi ha contatto, non  ho visto mai foto di UFO  o di Gesù o la Madonna  fatte da lei. Faceva o fa molte conferenze spesso con  altri contattisti, in più esibizioni con ricercatori di suono  e metavisione.

Qui però casca un po’ l’asino. Perché la metavisione è un tecnica interessante,  per me totalmente discutibile e  non strettamente legata al contatto con alieni. E  questo al fine di dimostrare a terzi che ciò che lei dice è vero? Se veramente  ha bisogno di queste “ulteriori conferme” farebbe pensar male.

Altri contattisti, agiscono in modi differenti, uno  di area milanese, fa foto e filmati di UFO, spesso preavvertito da un veggente/contattista in fine mission adesso, che riceve messaggi da divinità. Un altro ancora si sofferma nella divulgazione di ciò che ci attende. L’arrivo di Gesù, (ben venga) che ci giudicherà per quel che abbiamo fatto in vita, cataclismi, distruzioni, guerre nucleari, estinzione della nostra razza.

Grazie per l’informazione. Credo che quasi  tutti siamo consapevoli che stiamo andando a rotoli e la colpa è totalmente nostra. Il denaro, l’egoismo, il potere e  la natura guerrafondaia per una parte ristretta di questa umanità  sono  ritenuti valori ma in realtà torbide e maligne  inclinazioni, però intanto ci contraddistingue tutti,  anche chi non è così, questo è più che certo. E si pagherà il conto, però alla fine, ci sarà una distinzione.

L’Amore almeno pare essere il collante  che tutti i contattisti  proclamano necessario per diventare parte di questo Universo o multiversi e concordo con questo e vivere in pace  con coerenza, in armonia.

Alcuni amici sanno bene che ho pure io  teorizzato un countdown a questo pianeta, aggiungendo che la fine sarà inevitabile, ma se cambiamo la nostra coscienza possiamo allontanare  la fine e avere il tempo di andarsene. Sto parlando di  qualche secolo. Non pochi anni sia chiaro. E’ un processo fatalmente ricorsivo in questo pianeta, molte civiltà si sono estinte e poi sono rinate ed estinte ancora.

Inoltre, come sempre,  tra i contattisti ci sono pure dei veri conta frottole. Ma quelli non fanno testo e devono essere individuati con certezza e poi zittiti. Non è facile farlo, anzi è molto difficile  perché anche quelli genuini vengono tacciati per dei matti e bugiardi. Quello che mi pare anomalo che nessuno parli della fame nel mondo, altro che terremoti e guerre nucleari . La fame è millenaria e dilagante in parecchie zone del pianeta e pochissimi ne parlano, tanto meno i contattisti e il sottoscritto anche e me ne vergogno.

C’è da dire che un contattista  “forse quasi  vero” è quello di area milanese, molto contestato, direi pure brutalizzato,  che fa filmati e foto incredibili con il preavviso di un celebre veggente stigmatizzato, però il milanese  non dice esattamente chi pilota questi UFO. Questo è strano poiché dovrebbe ben sapere chi pilota questi oggetti volanti non identificati in quanto contattista. Di lui  o è un falsario o è autentico. Non ci sono vie di mezzo. E’ stato deriso pesantemente   insieme alla moglie, in un programma di canale 5. Quindi in un modo o in un altro divulgare messaggi, sostenuti anche da testimonianze fotografiche, televisive, audio, non deve essere la strada giusta.

Nella medianità moltissimi medium avevano perduto  il talento prima di morire e non si rassegnavano a non averlo più e quindi si sono fatti beccare a fare sedute false bruciando in poche ore  ciò che avevano fatto in buona fede  per decenni. Non vorrei che accadesse  la stessa cosa  ai contattisti.

Insomma c’è molto casino e naturalmente questo porta a non svegliare le nostre coscienze come invece dovrebbe accadere. Non  dovete prendere i seri per pazzi. O sono bugiardi, anche patologici, o sono veri. Ma la loro mission di divulgare e muovere coscienze  si infrange su una visione a volte troppo catastrofista. Fosse anche così, non è questo l’approccio. A sentire uno di questi contattisti, quello della Sardegna, mi toccherei istintivamente i maroni. Il che  non significa che non concordi con qualche sua affermazione però, ci vuole un po’ di savoir faire, lui è educato, buon conversatore, gentile, disponibile, ma dovrebbe essere sempre e comunque positivo.

Non è spaventandole che cambi le persone, poiché ci deve essere un input ma poi il percorso è totalmente personale, se poi molti giungono alla stessa conclusione, allora ogni percorso personale diventa collettivo.

Di veramente buono so che c’è qualche giovane alle prime  armi, ovviamente confuso all’ inizio, che coglie segnali  a volte autentici a volte frutto di pura immaginazione.

E a mia sensazione gli attuali contattisti hanno vita assai difficile, è necessario dare soltanto degli   input. Qualcosa di reale c’è, in ciò che dicono, ma penso anche che ci mettano del loro. Volevo anche dire che il veggente stigmatizzato, in quanto tale,  è  più credibile di altri contattisti, nessuno dice che le stigmate sono apparse anche a chi era ateo. Con questo non voglio dire che lui è totalmente matto o bugiardo, sia chiaro che non lo è.

Abbiamo anche sempre più casino nella sfera “paranormale” quello che definisco di tradizione. Dove l’ignoranza dilaga sempre più  e sembra non arrestarsi e seguono senza manco saperlo Alann Kardec che ha lasciato questa linea temporale nel “ recentissimo “ 1869!

Il grave è  che alcuni fotografano il fondo di pignatte mezze riempite di acqua e vedono visi di persone defunte  e alieni, altri usano il rubinetto aperto, altri  telecamere IR o UV, televisori, registratori e radio in onde corte, registrano pure in reverse, tavole ouija, pendoli, carte. Moltissimi sono ancora sicuri dell’ interazione o contatto con trapassati, defunti, meglio dire morti che continuano a interagire con la realtà che hanno smesso di vivere che noi ancora stiamo vivendo e non  capiscono invece a  l’esistenza di realtà diverse dove si vivono miliardi di vite nello stesso eterno momento. E chi sostiene di poter comunicare con un vostro caro, mente sapendo di mentire o mente in buona fede e dunque vadano a giocare a ruba mazzo o  briscola o si diano a fare una collezione di ciò che vogliono, ma non di balle e credenze plurisecolari.

Rassegnatevi o rallegratevi  tutti: nessuno muore per sempre.

In altre dimensioni a noi incomprensibili possiamo fare a meno del corpo fisico o averlo di diversa densità e avere una coscienza allargata, ma sempre vivi e vegeti e sicuramente meno stupidi e egoisti.

Lunga Vita e Prosperità direbbe Spock, mi affianco o mi metto in coda.

ciao

MVR

Esploratore di Realtà

 

 

FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedIntumblrEmail
32

Lascia un commento