Le verità sul paranormale: La vita dopo la morte

Che esista altra vita dopo la nostra fisica, io ne sono convintissimo. Ed è una certezza personale.

Potrei dire di aver avuto ampie prove, che però non posso dimostrare al 100%, per il semplice fatto che pur avendo usato strumenti che mi hanno confermato la natura paranormale di molti fenomeni, come ricercatore non ho avuto prove tangibili dell’origine di detti fenomeni.

Vorrei però soffermarmi su alcuni aspetti, cominciando dagli EVP, a fenomeni cinetici e acustici e all’unica apparizione  a figura intera,  in 30 anni che mi occupo di paranormale, che ho potuto vedere per circa 5 secondi. Inoltre mi soffermerò nei stranoti orbs.

Spesso mi viene chiesto se una risposta intelligente e anche non breve ottenuta con il solo registratore digitale o anche con lo spirit box e strumenti di misura a conforto, non sia una reale prova della vita oltre quella fisica.

Ebbene come ricercatore non lo è. Mi rendo perfettamente conto che è difficile da capire, con prove del genere nessuno dovrebbe avere dubbi. Ma non è così.

Manca in realtà una prova misurabile. Voi direte ma la variazione di campo magnetico e temperatura non sono prove in quanto appunto misurabili? Se si accetta che l’elettromagnetismo è fortemente connesso a vite dopo la morte fisica, certo che lo sono. Ma la base di tutto, il punto di partenza resta sempre teorico. Sarebbe sempre meglio dire : “ dato che si suppone che le energie residuali o senzienti, sono in grado di variare il campo magnetico di un ambiente e variare non solo temperatura ma anche pressione, allora ciò che misuriamo è da attribuire a dette energie”. Ma casca il palco se mi venisse chiesto: dimostrami scientificamente che le entità mutano detti campi”. E questo un ricercatore serio non lo può dimostrare.  Potrei dire che nel caso di EVP diretti, osservando lo spettro, si vede che sono ai limiti nel suono con il subsuono o ultrasuono. Si vede che la voce catturata non può essere umana. Si vedono anche variazioni del campo magnetico e talvolta di temperatura e pressione. Ma ciò non significa che siano da attribuire certamente a energie residuali o ancor meglio senzienti.E allora cosa sono? Una risposta coerente potrebbe essere:” Con tutta probabilità sono entità, intelligenze, spiriti,  che possono  talvolta interagire nel nostro piano dimensionale, per  volontà propria o perché, se residuali, confinati in un momento della loro esistenza, come  fosse una memoria presente ma  riflessa”

In tutto questo però gioca il “sentire” indimostrabile agli altri ma sicuro per chi lo vive in prima persona. Riguardo alle apparizioni, certamente il “sentire” gioca un ruolo principe. Nell’unica apparizione che ho veduto, non stavo neppure facendo un’indagine ed erano circa le 12.30. Vidi una donna  sul metro e sessanta, con i capelli mossi se non ricci, rosso tiziano, con un lungo vestito bianco, ottocentesco con un colletto e sbuffi alle maniche anch’essi bianchi. Era quasi trasparente, infatti ci vedevo attraverso. Non ho colto i lineamenti, quali occhi , bocca naso ecc era  di tre quarti rispetto a dove mi trovavo, a circa 4 o  5 metri di distanza. La luce del sole che entrava dalla finestra la trapassava. Ed io come non ci fossi. Lanciai un semi urlo, ma non sortì nessun effetto. Presi il cellulare per fare una foto ma nel frattempo sparì. Riguardo a ombre e masse che vanno dal nero al bianco, qualche volta ebbi l’impressione d vederle durante le indagini, ma erano velocissime. E il dubbio di aver preso un abbaglio è sempre stato forte. Mai, per ora e spero non succeda, ho subito aggressioni, ma ho assistito una volta a ciò che a tutti gli effetti sembrava lo fosse. Fu una spinta ad una persona, anzi uno spintone che  fece andare la persona addosso ad un muro che era ad una distanza di circa un metro e mezzo. Purtroppo non feci a tempo a vedere se c’erano variazioni di campo magnetico. E’ un fenomeno molto raro e presumo che non abbia nulla a che fare con il “sentire” ma con la mente/spirito. Di fatto la spinta è un fenomeno della fisica  tradizionale. Ogni fenomeno cinetico e sonoro di natura paranormale : quali spostamento visibile di oggetti, lancio di pietre, aperture di porte e finestre, tremori a letti e divani, tavoli , colpi, passi, tutti sono soggetti alla fisica tradizionale. Questo significa che al di là che siano entità, come noi in questo piano dimensionale, le origini qualunque esse siano,  devono rispondere alle leggi della fisica.

Da un lato è confortante poiché significa che tutto fa parte dello stesso “condominio”, che non percepiamo totalmente in quanto abbiamo soltanto 5 sensi e per giunta facili da ingannare. Ecco un esempio veramente illuminante di come possiamo essere ingannati:

Riguardo agli orbs, che per il 95% orbs non sono.  ecco un esempio di quel 95%:

 

lensflare_image1-zm

Gli orbs sono tra i fenomeni apparizionali più frequenti. Sono piccole masse sferiche di energia dal colore bianco o azzurro o rosso  o giallo di una dimensione solitamente dai 3 ai 12 cm di diametro con misure anche più grandi (rarissimi)  e sembrerebbero, anzi per me lo sono, di natura elettromagnetica e sono una manifestazione attribuibile a entità senzienti.

Gli orbs che si vedono in foto, possono essere considerati tali se immortalati in assenza di flash o luci sia interne che esterne ovvero con apparecchi a infrarosso meglio se ultravioletto. Se presi in video possono essere anche pulsanti e veloci o anche lenti e hanno traiettorie che non hanno nulla a che fare con polveri e insetti. I problemi di rifrazione e riflessi di un apparecchio video o fotografico sono sempre in agguato. Per questo è meglio fotografarli o filmarli in assenza di luce. Possono anche essere visti dall’occhio umano se l’ambiente non è in totale oscurità. Tutto questo entra nella natura paranormale, che in realtà è normale solo che deve essere ancora totalmente dimostrata.

FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedIntumblrEmail
11

Lascia un commento