Metafonia: qualcosa non torna.

Non me ne vogliano coloro che fanno metafonia o piscofonia ( questo termine non c’entra veramente  una mazza) , ma avrei alcune cose da chiedere.

Sono anni che considero il  nome METAFONIA  obsoleto e generico, ma al di là di questo, ho voluto ascoltare alcune tracce su youtube e mi sono venuti dei dubbi. Non sul fatto che non siano reali le voci che ho ascoltato ( alcune però erano dei falsi clamorosi e pareiodolia) ma mi sono chiesto come mai spesso si fa sentire sant’Erasmo. Ma questo santo è international o lavora solo per le presunte anime italiane?

Perchè se è solo per le anime di defunti ( non lo sono, ma al momento è irrilevante) che abitavano in Italia, mi pare molto strano e riduttivo. Ma ok, lo saprà Lui, per altro lo rispetto come tutti santi e martiri del Cristianesimo e di ogni credo religioso.

Ho veduto più volte i video di Marcello Bacci.  Al di là delle registrazioni con radio in SW anche prive di valvole, lì c’erano degli apporti. Quindi anche se Bacci avesse usato un macinino da caffe o un ventilatore, la comunicazione ci sarebbe stata lo stesso, era sentitiva o medianica ( aggettivo sbagliato), non certamente tecnica. Gli apporti le apparizioni sono fenomeni rari ma sempre normali dove il rapporto di reprocità ( vedi:  fisica quantistica) consente lo spostamento da diverse dimensioni di oggetti e persone, che naturalmente qui non hanno più il corpo fisico. Anche se abbiamo casi di apparizioni che sono difficili da distinguere da un essere vivente in carne ed ossa.

Qualcuno che si considera esperto, sa spiegarmi tecnicamente la ragione della voce veloce altalenante multitonale e con accenti tonici leggermente fuori posto?

Io una risposta ce l’ho ma vorrei averne qualcuna in più da un/o che conosce o pensa di conoscere bene la metafonia.

Concordo già che il primo termine generico da usare sia I.T.C. Trans Comunicazione Strumentale anche se si usa un foglio di carta o l’acqua che esce dal rubinetto.

In un video tutorial su youtube un tizio spiegava come editare queste voci catturate direttamente dal programma audacity e parlava di compressione dell’aria, dicendo che  l’aria diffonde il suono, verissimo, ma non  centra molto, anzi nulla, se non stiamo parlando di chiaroudienza.

E inoltre non ha fatto il minimo cenno all’elettromagnetismo che invece è dominante nelle registrazioni e videovisioni e anche in parte la gravità, non il rumore bianco che è semplicemente un supporto per noi.

Lo so da me che da altre dimensioni possono usare qualunque mezzo elettrico e non elettrico (da verificare a fondo) che produce suono in questa dimensione.

La mission di coloro che paticano la metafonia, per comunicare con i cari scomparsi, la trovo dannosa se non è il diretto interessato che la pratica e non appoggiandosi a terze persone.

Spiriti guida, angeli, santi, mamme, padri, figli e parenti scomparsi … E i pochissimi  fortunatissimi che si fanno ascoltare alla faccia di miliardi e miliardi di presunti defunti che invece non possono o non vogliono farsi sentire?

Non vi sembra che qualcosa non torni? Non vi sembra che venga dilaniato il libero arbitrio?

Un povero nero trucidato in  Africa o un soldato  di qualunque guerra, anche antichissima, o morto al rogo e di peste e sono centinaia di migliaia,  non ha il diritto di farsi ascoltare? E perchè non lo fa? Non può? N0n vuole?

Veramente qualcosa non torna.

Io ho registrato la voce di Lars Porsenna  re etrusco. E un francese del 1600 . Un caso?

Perchè quando registro,  tutti possono farsi sentire, compresi i miei genitori che non ho mai chiamato direttamente, nè loro si sono fatti vivi,  perchè  se io, personale opinione, chiamo un defunto in paticolare, di fatto sto facendo una seduta medianica (ripeto parola oggi sbagliata)  e non mi interessa minimamente. E la chiesa  comunque lo proibisce questo, senza appello ed ha ragione perchè annullla la fede.

Gli EVP fenomeno delle voci elettroniche  e gli MVP fenomeno delle voci magnetiche  e le voci metafoniche, ( da oggi collocate ncessariamente tra le prime due), devono essere registrate  non come prove, ma come pura sperimentazione. Non ho mai parlato con un mio parente, non ho bisogno di avere la prova che lui vive in altre dimensioni. Ne sono certo. E se non si fa sentire vuol dire che ha altro da fare o non gli interessa.

Studio  e pratico il paranormale perché divenga un giorno definito  normale e allo scopo di ricercare migliori mezzi di comunicazione e scusate non per consolare chi vive in questa dimensione. Chi ha fede non necessita di alcuna prova. Convincete questi viventi dilaniati dal dolore, che il loro caro gli vive proprio accanto in una dimensione vicinissima alla loro e tavolta vanno a cavallo tra più  dimensioni e sta vivendo una vita piena di consapevolezza  ben oltre la nostra.

L’ho già detto che la morte come fine di tutto è una fesseria, la morte non esiste perchè resta la coscienza o anima che vive contemporanemente in altre dimensioni, dove spazio e tempo non hanno senso.

I foucs sono di sapere e scoprire sempre di più  e soprattutto limitare la carenza tecnica e affinarla sempre più.

Ovvero avvalersi di strumenti più sofisticati per creare comunicazione audio e visiva. Partendo però da un’unica certezza (la morte non è la fine di tutto) e teorie accettabili.

un saluto

mr

FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedIntumblrEmail
56

Lascia un commento