pure lui aveva il sospetto che….

Io definisco  il paranormale, scienza di confine. Almeno ho questa idea, ma guardando i vari gruppi di Ghost Hunters, mi rendo conto che non hanno studi alle spalle, non hanno studiato lo studiabile. Imitano i cacciatori di fantasmi americani, prendendo per buoni l’uso delle loro attrezzature e soprattutto l’oggetto di ricerca. Anche se il 22 luglio 2014 durante una puntata di Ghost Adventures, il capetto Zak Bagans si è lasciato sfuggire una frase del tipo: ” evidentemente esistono realtà sovrapposte e coincidenti” qualche anno lui fa aveva riflettuto su questa possibilità. Almeno si era posto la questione. Un plauso a Bagans.

Ma nessuno, manco il sottoscritto può affermare che le manifestazioni paranormali siano attribuibili a “entità” termine assolutamente generico, se prima non definiamo cosa sono o potrebbero essere. Quasi nessuno si è preoccupato di spiegare “come ” si fanno indagini.

Si sentono dei colpi e passi durante un’indagine. Non basta farli sentire. Si accende un sensore di movimento, non basta riprenderlo con la video camera e gridare al miracolo. Se poi si riprende un fenomeno telecinetico, ancor di più.

Tutto ciò accade se consideriamo la possibilità che l’entità sia dotata di massa. Ma bisogna spiegarlo bene. Allora hanno più forza il senso e la finalità di un fenomeno uditivo e visivo. O meglio conferma che l’entità ha una massa, come ce l’abbiamo noi solo che normalmente non la vediamo. Tenendo sempre presente le leggi della dinamica alle quali nessuno sfugge. Ma onestamente ritengo che il fantasma come si ritiene non abbia una massa. Quindi usare i sensori di movimento ha una sua logica se non è un fantasma. Ma andiamo con ordine1- Variazioni del campo elettromagnetico. Qui già il discorso si fa più complicato. Perché un entità dovrebbe variare il campo elettromagnetico? Non c’è risposta. Nessuno ha mai dimostrato questo. E se si volesse prendere per buono che questo accade in presenza di un’entità, allora bisogna sostenere che lei ha una componente elettrica e magnetica. Ma modifica il campo elettromagnetico o essa stessa emette radiazioni? Perché di radiazioni dobbiamo discutere. Anche noi abbiamo una componente elettrica, nulla di strano. Ma non variamo se non molto molto debolmente nel campo elettromagnetico dove ci troviamo.

L’uso di patacche come il K2 è indecente. E tutti i gruppi lo considerano uno strumento affidabile e necessario. Ma ricordatevi bene che questa patacca ha un sensore che serve per vedere se esiste una dispersione elettrica, quindi anche magnetica e la misura impropriamente e sommariamente. Del resto se costa 10 euro e di costruzione 1 euro, vi sarà un motivo. Essendo questa patacca non schermata rileva di tutto. E molti gruppi lo usano come risponditore. Si fa una domanda e le lucette si accedono… Mi ricorda una barzelletta: Mentre fanno una seduta il capo seduta chiede: Se ci sei batti un colpo, se non ci sei battine due…

E ai ragazzini consiglio di non comperare il k2, soldi buttati, perché non serve a nulla anche se è molto economico. E inoltre se ai ragazzini interessa il paranormale che studino testi, si documentino bene a fondo e non guardare i video di cacciatori di fantasmi che spesso fanno solo intrattenimento per accumulare visualizzazioni.

2-Le registrazioni ambientali. Qui si apre una bella discussione. Il gruppo registra con un digitale una voce normalmente bassa costruita sul rumore basso. Le caratteristiche di queste voci, sembrano sussurri. Il problema che non le sentiamo con le orecchie è determinato dal fatto che il range uditivo di una persona si restringe con il passare degli anni. O dobbiamo pensare che una spettro abbia le corde vocali sia primarie che secondarie, oltre che le orecchie? No se è uno spettro. O sì se non è uno spettro.

3-Registrazioni radio. Qui il discorso è leggermente diverso. Le onde radio sono radiazioni magnetiche. Come in un telefono la voce di ci chiama viene scomposta e ricomposta a chi riceve la telefonata, al pari di un ricetrasmettitore. Nelle indagini che sto guardando al di là di certe azioni poco chiare, gli investigatori sembrano interagire con un fantasma inchiodato in un luogo e nella stessa realtà. Invece chi risponde è sì nel luogo ma in un’altra realtà e non è uno spettro, ma un essere vivente e pensante. Infatti tante volte le risposte ottenute sono esclusivamente al presente non al passato. Ribaltiamo la cosa. Voi siete in giro e sentite la voce di qualcuno che vi chiama e siete soli o anche in compagnia. Non vi sorprenderebbe? Qualche anno fa sì, adesso personalmente no.

Questa registrazione ambientale mi ha cambiato profondamente https://www.facebook.com/paranormalitaly/videos/1152745181492690/

ma forse il sospetto che non fossero spettri doveva nascermi ancor prima purtroppo potrete ascoltare solo l’audio perché parliamo di almeno 4 anni fa, il luogo camera mia. ho replicato tre volte la traccia. La prima voce è un EVP di classe A ricostruita dal rumore di fondo del registratore. La seconda femminile idem anche se più bassa. La terza voce è un MVP ovvero fenomeno di voce magnetica, che si registrano anche con la radio a scansione continua.

https://www.facebook.com/massimo.verratirossi/videos/527735144225883/

Anche in questo audio una voce mi chiede chi sono. E uno spettro mi chiede chi sono? Forse per lui ero io lo spettro oppure per la prima volta lui interagiva con dalla sua alla mia realtà. Io spero che i link siano per tutti validi perché credo dovete essere iscritti a FB. Supponiamo per un momento che queste ” entità possano avere un corpo fisico e non così elevate da farne a meno, come riescono ad ascoltare la mia voce?” Semplicemente in via telepatica; ho fatto le opportune verifiche pensando a domande, senza dirle e mi hanno risposto, addirittura mi hanno anticipato. Questo anche se non sono entità ma hanno un corpo fisico già elevati mentalmente da capire che il contatto tra diverse realtà è possibile. Recentemente ho scoperto, da una soffiata da loro fattami, che la gravità è necessaria per queste comunicazioni interattive, ancora di più se parliamo di ” apparizioni”. Quello che veramente non capisco per quale c+–o di ragione voi ghost hunters vi fissate a definirvi cacciatori di fantasmi o investigatori del paranormale. Molti fisici teorici hanno fatto ammenda e riconosciuto che non è reato né si passa per ignoranti a modificare le loro teorie di base. il sottoscritto capito che seguivo una teoria sbagliata, ha fatto ammenda e si è scusato con tutti.

alla prossima

MVR

Esploratore di Realtà

P.S.: ho scoperto con stupore che alcuni ghost hunters su youtube mostrano singolarmente delle specie di rubriche. Dove fanno discorsi di vario genere. Tanto per dare fiato alla bocca. A qualcuno direi di usare il ghost box non in FM banda piena di radio private, ma in AM.

FacebookTwitterGoogle+PinterestLinkedIntumblrEmail
40

Lascia un commento